Abbiamo ormai capito che la sana alimentazione è alla base della salute a breve e a lungo termine.

Curare l’alimentazione è sempre importante ma durante l’estate, quando il caldo si fa sentire, alimentarsi in modo appropriato e corretto è fondamentale per conservare un buono stato di salute e godersi le tanto agognate vacanze e, perchè no, per non guastarsi i momenti di relax.

Innanzitutto, per contrastare la perdita di acqua e di sali minerali dovuta alla sudorazione abbondante, quando la temperatura e l’umidità sono elevate è indispensabile introdurre molti liquidi. In particolare acqua che, come è noto, è anche ricca di sali minerali quanto mai importanti per l’organismo. In estate, quindi, è necessario bere molta acqua e limitare fortemente il consumo di bibite gasate o molto zuccherate (che tra l’altro non dissetano).

È importante, inoltre,  evitare l’assunzione di bevande molto fredde che potrebbero causare la comparsa di una congestione anche grave. In estate sarebbe corretto, ma non molti seguono questo consiglio, evitare le bevande alcoliche che aumentano la sudorazione e la sensazione di calore e limitare anche il consumo di caffè, sia caldo che freddo. L’incremento della frequenza cardiaca in aggiunta al calore potrebbe mandare in tilt il nostro cuore.

È molto importante non assumere integratori salini senza avere preventivamente consultato uno specialista. Lo stesso dicasi per i diuretici o, più semplicemente, le  tisane drenanti. Laddove chiunque tra noi possa pensare di usarli come rimedio “fai da te” per trovare una soluzione alla autodiagnosticata ritenzione di  liquidi.

Attenzione alle persone anziane che rischiano più facilmente la disidratazione perché ad una certa età diminuisce lo stimolo della sete. E’ quindi necessario aiutarle a comprendere quanto sia importante per la loro salute bere frequentemente acqua durante la giornata anche se non ne sentono il bisogno ed assicurarsi che lo facciano realmente.

Con il caldo anche i processi digestivi sono meno efficienti

per cui si raccomanda il consumo di cibi leggeri specie durante le ore più calde della giornata o quelle di maggiore stress. E’ opportuno diminuire l’apporto di grassi, carni e fritti, evitare i condimenti troppo elaborati ed i cibi piccanti e dare invece la preferenza al pesce sia per l’alta digeribilità, sia per il minor apporto calorico. Non eliminare i legumi dalla dieta perchè sono ottime proteine vegetali e preferire di mangiarli freddi o in versione insalatona (cotti a vapore ed aggiunti a verdure miste) oppure in versione polpette o burger.

alimentazione-sana-frutta-verdura-legumi-acqua-Patrizia Di Mare-nutrizionista-siracusa-augusta-lentini-magazine-laltracura-l'altracura

Un’ alimentazione sana e ben bilanciata

deve prevedere il consumo regolare di frutta e verdura, alimenti che in particolar modo in estate dovrebbero essere consumati in grandi quantità. Frutta e verdura contengono molti liquidi e sono ricchissimi di sali minerali e di vitamine che contrastano efficacemente la disidratazione e provano a schermarci dagli effetti negativi del sole (raggi UV). Se da una parte frutta e verdura fresche ci reidratano, dall’altra parte, grazie al loro contenuto in fibre, favoriscono il buon funzionamento dell’apparato gastrointestinale che in estate, complici gli sbalzi termici o la cattiva alimentazione, potrebbe dare qualche problemino.

Con l’arrivo del caldo aumentano notevolmente i rischi di contaminazione degli alimenti da parte di microrganismi patogeni per cui è consigliabile porre la massima attenzione all’acquisto, alla conservazione ed al trattamento dei cibi. Controllare sempre la data di scadenza prima di consumare un alimento. Programmare la spesa immediatamente prima di far ritorno a casa per evitare di lasciare gli alimenti deperibili troppo a lungo fuori dal frigorifero. Cuocere la quantità di cibo che si prevede di consumare al momento. Evitare agli alimenti lunghe permanenze a temperatura ambiente. Non consumare pesci e frutti di mare crudi o poco cotti. Evitare dolci con panne e creme, non mangiare uova poco cotte e quindi evitare anche il consumo di maionese.

Dott.ssa Patrizia Di Mare   Biologa Nutrizionista

guarda le offerte della dott.ssa patrizia di mare