Il Metodo Feldenkrais è un sistema educativo globale che utilizza il movimento come strumento per lo sviluppo di una piena consapevolezza del sé all’interno di un processo di auto-miglioramento permanente.

Basandosi sull’idea che la persona sia un’unità complessa costituita da un insieme (corpo, mente, pensiero ed emozioni) che interagisce costantemente con l’ambiente esterno per formare l’esperienza della vita.

Il Metodo Feldenkrais sostiene l’idea che migliorando anche solo uno degli elementi costitutivi, si può innescare un miglioramento significativo in tutto l’insieme.

Poiché il movimento rappresenta una costante presente in tutte le manifestazioni vitali dell’uomo (siano esse emozionali, intellettuali o sensoriali), partendo dalla consapevolezza dei propri processi motori e cambiando il proprio modo di muoversi, l’individuo può liberarsi dai condizionamenti esterni e dall’abitudine per giungere così ad una piena auto-realizzazione.

Attraverso la consapevolezza del corpo in movimento e lo sviluppo della propriocezione, la persona affina e cambia infatti l’immagine di sé.L’ immagine sulla cui base agisce nella propria esistenza, e getta le basi di un cambiamento profondo e duraturo.

Il Metodo Feldenkrais, stimolando e riorganizzando il sistema nervoso per mezzo del movimento, porta quindi non solo ad un maggior benessere fisico, ma contribuisce positivamente al cambiamento di tutti i processi vitali della persona, rendendola artefice del proprio benessere globale.

Il Metodo Feldenkrais si pratica individualmente con le sedute di INTEGRAZIONE FUNZIONALE® e in gruppo con lezioni diCONSAPEVOLEZZA ATTRAVERSO IL MOVIMENTO®.


 

INTEGRAZIONE FUNZIONALE® – Metodo Feldenkrais

‘Integrazione Funzionale (IF) è la modalità individuale del metodo Feldenkrais ed è orientata a rispondere a bisogni strettamente personali dell’individuo. Crea le condizioni per un processo di apprendimento al livello cinestesico. Questo dà l’avvio al processo di apprendimento, nel corso del quale il sistema nervoso ripristina o raffina le funzioni. Il miglioramento conseguito nella seduta di IF influenzerà in maniera corrispondente la qualità di tutti gli altri schemi motori. E’ questa integrazione, questa “infiltrazione” generale degli schemi di movimento, che rende resistente alle ricadute il miglioramento conseguito.

In una seduta di Integrazione Funzionale l’insegnante fa uso del tocco e del movimento. Dato che viene usata la mano dell’insegnante, (ma anche semplici oggetti come una palla, un rullo, e così via), non hanno un compito manipolativo. Nel contempo viene costantemente impegnato l’appropriato adattamento alla forza di gravità.

 

Guarda l’Offerta di margherita Badalà