Il timo è una pianta officinale

Le virtù del timo sono legate in particolare alla presenza del timolo, un fenolo con specifiche proprietà terapeutiche. Il timolo è un un potente antisettico e antispasmodico. Sin dall’antichità al timo venivano riconosciute delle proprietà curative, quasi magiche. Si usava infatti, cotto, per combattere l’asma e le infezioni alla vescica. Inoltre, gran parte dei disinfettanti usati, sin dai tempi del dopoguerra, era a base di timo. Ancora oggi si utilizza per le sue proprietà antispasmodiche grazie ai flavonoidi presenti nella pianta.

Timo-pianta officinale-Patrizia Di Mare-nutrizionista-Siracusa-Augusta-Lentini-magazine-laltracura-l'altracura

Il timo è un ottimo alleato contro i malanni di questa stagione, la raucedine e le problematiche a carico dei polmoni e, per nostra fortuna, si trova bene nella nostra cultura culinaria a cui dona gusto, particolarità, sapore e profumo. Si potrebbero elencare tanti piatti in cui usare il timo, ma la verità è che sta bene con tutto, dalla carne al pesce alle verdure e ai legumi. Si spolvera sulla carne alla piastra, sulle patate al forno prima della cottura, sui grandi pesci da infornare ad alte temperature.

Questa meravigliosa pianta aromatica è facile da trovare sia nei campi dove cresce spontanea, sia nei vivai o comunque al supermercato, fresca ed essiccata.

Dal punto di vista delle proprietà mediche, c’è una qualità speciale di questa pianta a cui dovremmo interessarci maggiormente. Il timo come rimedio per la tosse. L’efficacia del timo è risaputa e non come un rimedio alternativo a cui fare ricorso quando non c’è di meglio in casa.

L’utilizzo del timo è stato, infatti, ufficialmente approvato dalla comunità medica per il trattamento di bronchiti e tosse.

timo-tisana-pianta aromatica-patrizia Di Mare-Siracusa-Augusta-Lentini-nutrizionista-magazine-laltracura-l'altracura

Uno dei modi più semplici per fruire dei suoi benefici è quello di preparare una profumatissima e balsamica tisana di timo con le sommità fiorite (che si comprano in erboristeria) oppure, se si è esperti erboristi/botanici, si può far da se. Bisogna però sapere che se non si è esperti è sempre meglio affidarsi e non ricorrere al fai da te per procurarsi una pianta officinale. Le piante officinali, infatti, hanno dei periodi in cui è meglio coglierle per trarne il massimo dei benefici. Quelle in commercio sono state raccolte rispettando questa regola.

Questa tisana si prepara versando un cucchiaio di sommità in 200 ml di acqua bollente (una tazza), poi va filtrata, a meno che non si usa l’infusore, e bevuta quando la temperatura lo consente. Le tisane non andrebbero dolcificate per non ridurre il loro effetto drenante ma, in questo caso, si potrebbe dolcificare con un po’ di miele, meglio se anche questo di timo. È particolarmente efficace per curare il raffreddore, la tosse, e anche i dolori articolari. Per aiutare a sbarazzarsi di una bronchite tenace, si usa, insieme ai farmaci prescritti dai medici, anche la tintura madre di timo che serve a disinfettare le vie respiratorie e stimola il sistema immunitario.

Contro la tosse, soprattutto quella più tenace, è invece consigliato l’olio di timo. Si versano una decina di gocce di olio essenziale in mezzo litro di acqua e si respirano i vapori con un asciugamano in testa ma bisogna tenere gli occhi ben chiusi, perché potrebbero irritarsi. Infine, come già accennato, anche il miele di timo è in grado di dare un immediato sollievo alle vie respiratorie se consumato nel tè e nelle tisane durante la giornata.

Il timo è usato anche come rimedio topico:

la crema di timo, particolarmente efficace per le notevoli proprietà antimicrobiche, ed in grado di contrastare efficacemente l’acne e altri tipi di infiammazioni cutanee microbiche. In commercio esistono anche shampoo e prodotti per capelli che contengono estratti di questa pianta aromatica che, stimolando la circolazione sanguigna, favoriscono la crescita dei capelli.

Come per tutte le piante officinali anche il timo presenta delle controindicazioni. Le persone che soffrono di gastrite o di ulcera lo tollerano poco, e se ne sconsiglia in via precauzionale l’uso anche in gravidanza e durante l’allattamento. Inoltre, l’olio essenziale di timo potrebbe portare degli scompensi alla tiroide. Per cui chi ha disturbi di tipo tiroideo, prima di assumere il timo come tisane ed infusi (non come erbetta in cucina, sia chiaro) dovrebbe consigliarsi con il proprio medico.

Ancora una volta la Natura ci offre un rimedio sano e salutare per aiutarci a mantenere il nostro stato di Salute.

Dott.ssa Patrizia Di Mare  Biologa – Nutrizionista

GUARDA LE OFFERTE DELLA DOTT.SSA PATRIZIA DI MARE