Il Rolfing è un metodo di lavoro che mira a stabilire armonia ed equilibrio nella struttura corporea, attraverso il tocco e l’educazione al movimento. Allo stesso modo, questo metodo parte dal presupposto che esiste correlazione tra forza di gravità e funzionamento armonico del corpo umano. Attraverso un tocco sensibile, il Rolfing agisce per liberare il corpo. Lo libera dalle sue restrizioni a riallineare la postura correttamente rispetto al campo di gravità, rendendola al contempo più  armonica ed equilibrata.


LA FASCIA e la ricerca scientifica

Dal 1930  i Rolfers™ sono pionieri nell’utilizzare il tessuto connettivo,  la FASCIA. L’importanza del tessuto mio-fasciale è stata oggi ampiamente comprovata dalla ricerca scientifica. La Fascia gioca un ruolo fondamentale nella trasmissione muscolare della forza, ed è un organo sensoriale. È anche uno degli organi più ricchi ed importanti dal punto di vista della percezione corporea. Infatti, il cervello non controlla da solo tutte le variabili che ci sono in un gesto motorio. Queste variabili possono essere coordinate dalla fascia che si espande all’interno del muscolo e riceve la contrazione della singola fibra muscolare. Per gli scienziati dell’Università di Ulm in Germania esistono precise indicazioni che tensione e dolore possono aver origine nella fascia.


PER CHI è ADATTO IL ROLFING

E’ adatto a tutte le età! Ideale per chi è alla ricerca del proprio benessere. E’ un ottimo supporto per dare sollievo ad artrosi, mal di schiena, dolori cervicali e articolazioni in genere, per ridurre lo stress, migliorare la postura. Inoltre il Rolfing® può aiutare i bambini e gli adolescenti nel loro processo di crescita, aiuta gli anziani nel ridare elasticità ai tessuti, i professionisti nel riequilibrare le posture adottate quotidianamente nel loro lavoro. E’ un valido supporto per le donne nel periodo post-gravidanza. Ideale per ottimizzare le prestazioni atletiche e artistiche.


 COME SI PRATICA IL ROLFING

Il percorso del Rolfing avviene con un ciclo di dieci sedute individuali eseguite da un operatore Rolfer, che può praticare questo metodo solo dopo aver conseguito un rigoroso percorso di formazione. Ogni seduta dura circa un ora e  si basa su un tema che viene personalizzato per ciascun individuo. Il Rolfer dedica del tempo a un colloquio preliminare con il cliente e osserva il corpo della persona in posizione eretta e in movimento per “leggerne” le principali caratteristiche.

Poi grazie a un tocco sensibile e deciso al tempo stesso, libera le restrizioni e gli schemi motori che costringono il nostro tessuto a tensioni permanenti. Generalmente la seduta si svolge con il cliente sdraiato su un lettino e termina con il cliente in piedi per valutare gli eventuali cambiamenti avvenuti durante la seduta. Attraverso il tocco, la ricerca di una coordinazione motoria più efficiente e l’affinamento della percezione di sé, il Rolfer mira a favorire l’integrazione psicofisica della persona.

Marina Blandini                                                          

(video) “la forza di gravità” marina blandini
(video) “un tocco di benessere” marina blandini
guarda l’offerta di marina blandini