Polifenoli e Salute

Raffreddore: Il modo migliore per resistere all’attacco dei batteri e virus influenzali di ogni sorta, che imperversano in questo periodo, è quello di fare un pieno di antiossidanti,in particolare vitamina C e polifenoli. I polifenoli si trovano in molte verdure e in molta frutta, e in altri alimenti quali i semi e i cereali integrali. Essi sono più presenti nelle parti aeree di frutta e verdura e maggiormente nella buccia e nella parte della polpa più vicina ad essa. Si trovano nelle verdure dallo spiccato colore verde e a foglia, nonché nei frutti con colorazione tendente al rosso.

Per tutti questi motivi è molto importante acquistare prodotti non trattati e consumare anche la buccia della frutta. Per la verdura alcuni polifenoli si rendono più disponibili dopo una breve cottura al vapore e in acqua bollente. Seguire la stagionalità e scegliere verdura e frutta colorata permette di fare un pieno di polifenoli e salute.

contro il raffreddore!

raffreddore-ortaggi-laltracura-l'altracura

Vitamina C

La natura in questo periodo ci viene in soccorso offrendoci gli agrumi e un gran numero di verdure a foglia verde ricchissime sia di vitamina C che di polifenoli. Sui banconi del mercato troviamo tutte le varietà di agrumi (le arance rosse in particolare, ma anche mandarini e mandaranci) e tutti i rappresentanti della famiglia delle Brassicaceae al gran completo. Quindi oltre a spremute e insalate d’arance o spremute di melograno, potremmo anche preparare degli estratti di frutta e verdura di stagione, sfruttando cavoli, verze,cavoli rossi,e mitigare il sapore con l’aggiunta di sedano,finocchio, carote, un pizzico di zenzero e succo di limone e d’arancia.(Ricorda che una fonte di vitamina C in un estratto non deve mai mancare).

Il cavolo cappuccio e i così detti “trunzi di Aci” (cavoli rapa), tagliati a fettine sottili si possono mangiare crudi ad insalata. Stessa cosa dicasi per i cavoli cappucci rossi tagliati a fettine sottili con aggiunta di fettine di mele Fuji di Maniace, qualche noce ed aceto di miele. Si avete letto bene “aceto di miele”, non è un errore di stampa e tantomeno di trascrizione,..ma si tratta di un’altra storia…..e ne parleremo nella prossima puntata!! I cavoli, specie se consumati crudi, sono anche potenti antitumorali, grazie all’elevato contenuto di indolo-3 carbinolo e sulforafano.

Se invece raffreddore e tosse vi hanno già colpito

Oltre che a ricorrere ai metodi tradizionali, possono esservi di aiuto alcuni rimedi naturali. Gli antichi in caso di raffreddore facevano scaldare uno spicchio di aglio in “camicia” con della scorza di limone . Nelle campagne in caso di tosse si faceva ricorso alla così detta “linusa” cioè ad un impacco di semi di lino,messi a mollo in acqua per 12 ore. In caso di raucedine si faceva ricorso,e tuttora si fa, ai suffumigi di oli essenziali di eucalipto.Ma i rimedi utilizzati più frequentemente ancora oggi, sono quelli a base di propoli e di miele.

 

Con la propoli,le api costruiscono le arnie degli alveari. Le loro proprietà antibatteriche e antivirali servono a conservare il miele.

Questa sua caratteristica viene sfruttata negli spray per il mal di gola.

Le tisane a base di miele hanno un effetto decongestionante e calmante della tosse. Basta riscaldare una tazza di acqua ed aggiungere due cucchiai di miele bio, un limone a fettine, due o tre cucchiaini di cannella e qualche chiodo di garofano oppure dell’anice stellato.

raffreddore-tisana-miele-laltracura-l'altracura

Gli oli essenziali di cannella, chiodi di garofano, anice e limone hanno effetto antibatterico.

Il miele serve da veicolo per l’assunzione di una goccia di questi oli. Ogni tipo di miele ha caratteristiche differenti :quello di timo e quello di eucalipto sono indicati nelle affezioni respiratorie,quello di agrumi è un ottimo sedativo della tosse secca, quello di castagno ha proprietà mucolitiche e regolatrici dell’intestino. Scelto il miele con le caratteristiche più adatte alle proprie necessità,mescolando 100grammi di miele liquido con un cucchiaio di curcuma in polvere, finchè questa si sia del tutto amalgamata, si ottiene la base per il “Golden milk”. Questa bevanda, si ottiene sciogliendo un cucchiaino di questo preparato, in una tazza di latte vegetale non bollente ( la temperatura elevata altera le caratteristiche del miele) e aggiungendo una spolverata di cannella e un pizzico di pepe nero.

 

affreddore-decotto-laltracuraAnche decotti ed infusi di borragine (Borrago officinalis)sono un ottimo tonico e rimedio per tossi e bronchiti.

 

 

Il decotto di verza risulta utile per le affezioni respiratorie. Si fa cuocere a fiamma bassa. 500 grammi della parte interna di una verza comprensiva del torsolo, insieme a delle mandorle,finchè si sarà ridotta e ammorbidita. Quindi si aggiungono 70 gr di miele e si passa al setaccio. Se ne può bere un bicchierino mattina e sera.

verza-raffreddore-laltracura-l'altracura

Dott.ssa Valentina Ronsisvalle 

Biologa Nutrizionista